RITORNA ALLE DEGUSTAZIONI


OTTOBRE: Riesling a confronto

Secondo appuntamento, per le degustazioni di Oltrepopavese.it e dopo la Bonarda, sicuramente il rosso più simbolico della zona, tocca oggi al vino bianco probabilmente più rappresentativo e più diffuso e, in alcune sue espressioni, dal più elevato livello qualitativo, della più grande e antica tra le zone vinicole lombarde. Stiamo parlando del Riesling. Lasciamo ai dati statistici e alle notizie squisitamente tecniche, che pubblichiamo grazie alla cortese collaborazione del Consorzio vini Oltrepò e del suo direttore Fabio Lombardi, stabilire le differenze, di carattere ampelografico e vinicolo, tra i due vitigni. L'Italico, come dicono chiaramente i numeri, 1661 ettari contro 60, è preponderante, ed in gran parte destinato alla produzione di basi spumante per le grandi case piemontesi, ma è dai Riesling renano, i risultati di questo wine tasting lo dimostrano, che vengono i risultati qualitativamente più importanti.
 Il nostro assaggio si è concentrato su 9 campioni annata 2000, 1 vino annata 1999 e due 1998. I vini che sono piaciuti maggiormente sono stati tre 2000, tutti e tre dichiarati Riesling renano in etichetta, seguiti, a pari merito, da un 2000 e da un 1998. Il secondo 1998 in degustazione, proposto dalla Costaiola, è risultato non classificabile, perché entrambe le bottiglie a nostra disposizione presentavano inconfondibili segni d'ossidazione e di un invecchiamento prematuro. Dalla degustazione sono usciti particolarmente bene due vini "ospiti" non ancora presenti, per il momento, in questo portale, proposti dalle aziende agricole Cabanon e Le Fracce; ad ottimi livelli, era arrivato secondo nella degustazione di Bonarda, e si conferma secondo, a pari merito con Le Fracce, si mantiene Monsupello, più che soddisfacenti sono parsi il 2000 Apogeo di Cà di Frara ed il Roncobianco 1998 di Doria
La commissione di degustazione, come nel caso della Bonarda, per giudicare ha attribuito ad ogni vino, secondo il sistema inglese utilizzato ad esempio da un rivista come Decanter, un punteggio variante da un minimo di una stella ad un massimo di 5. 

 Valutato e votato, in segreto, ogni vino, la commissione ha poi confrontato, in una vivace discussione, le proprie valutazioni, arrivando a formulare, senza fermarsi al conteggio matematico della media aritmetica dei punteggi, una valutazione globale e riassuntiva ad ogni campione. Nessun vino ha raggiunto il punteggio massimo di 5 stelle, il vino di Cabanon ne ha ottenute 4, tre e mezzo i vini delle Fracce e di Monsupello, tre stelle i vini di Cà di Frara e Doria. A seguire valutazioni nell'ordine delle due stelle e mezzo e delle due stelle. Da un punto di vista complessivo diciamo che la degustazione ha confermato che puntando sul Riesling renano, piantato nelle zone migliori e vinificato con ogni cura, l'Oltrepò Pavese può esprimere bianchi di ottimo valore e di sicura personalità. I problemi nascono però da un lato considerando l'esiguità degli ettari vitati, 60, che rappresentano solo uno 0,6% della superficie vitata a DOC, e dall'altro riflettendo su quale scarsa popolarità, nonostante il blasone ed il valore assoluto del vitigno, possano godere in Italia i vini a base Riesling renano. Sia in Alto Adige che in Friuli, le due zone dove il vitigno di origine tedesca è maggiormente diffuso, stanno progressivamente riducendo le superfici vitate che lo riguardano e basta parlare con un ristoratore o un enotecario per vedere come sia scarsa la richiesta di Riesling da parte della cliente. 

 Ciò nonostante, i migliori vini della degustazione lo testimoniano, c'è uno spazio che vale la pena praticare e percorrere con ostinazione in Oltrepò, ed è necessario concentrare gli sforzi per fare conoscere meglio le caratteristiche di questo vitigno, e la vocazionalità del territorio oltrepadano alla sua coltivazione. A fronte di un certo numero di vini tecnicamente impeccabili, ma piuttosto magri, acidi e neutri, dai profumi che occorreva andare a cercare o immaginare con molta fantasia, di qualche campione che mostrava, straordinariamente insistente e totalmente atipica, una nota dolce - aromatica - moscatata molto sostenuta, la degustazione ha messo in mostra alcuni Riesling di sicura tipicità e forte carattere. Vini dotati di aromi eleganti, sapidi, minerali, giocati tra il floreale ed il fruttato (con belle note agrumate), con accenni di pietra focaia e di selce, ma privi di quella nota di "nafta" che è patrimonio genetico di ogni Riesling tedesco che si rispetti.

 Al gusto i migliori mostravano una buona polpa fruttata, pulizia, un bel nerbo sapido, una certa persistenza e consistenza. Vini dotati di un'indiscutibile piacevolezza e che invogliavano a passare dal momento analitico della degustazione a quello più godereccio e conviviale del bere, senza preoccuparsi più di "sezionare" il vino, ma limitandosi a goderne i pregi, l'equilibrio, l'armonia. Saremmo stati più soddisfatti che il numero di vini capace di ricevere un punteggio da tre stelle in su fosse stato superiore a cinque, e che nessun vino in degustazione si mostrasse, come in qualche caso purtroppo è apparso, piccolo, chiuso, inespressivo, carente di eleganza, privo di "ciccia" ed incapace di impressionare il consumatore.
Ma lo ribadiamo: sul Riesling renano, più che sull'italico (e alcuni dei vini più deludenti erano proprio welchsriesling, come lo chiamano in Germania), il mondo vitivinicolo dell'Oltrepò Pavese deve giocoforza insistere per costruirsi un'immagine e una credibilità di zona produttrici di vini bianchi fermi di alto livello.

Franco Ziliani

Nota bene: vogliamo sottolineare che lo spirito di queste degustazioni non è quello di voler stabilire vincitori e vinti, bensì di fare il punto sulle singole tipologie di prodotto prese in esame e di stabilire una graduatoria solo in base alla piacevolezza e al gradimento riscosso nel momento dell'assaggio comparativo effettuato dalla nostra commissione di degustazione.

Il palmarès dei primi cinque:
Riesling renano 2000 Cabanon 4 stelle
Riesling renano 2000 Le Fracce 3 stelle e ½ 
Riesling renano 2000 Monsupello 3 stelle e ½ 
Riesling Apogeo 2000 Cà di Frara 3 stelle
Riesling Roncobianco 1998 Doria 3 stelle 

Aziende in degustazione
AZIENDA AGRICOLA CA' DEL GE'  -  AZIENDA AGRICOLA MONSUPELLO  -  TENUTA FRECCIAROSSA
AZIENDA AGRICOLA ISIMBARDA  -  TENUTA MAZZOLINO  -  AZ. AGR. I DORIA DI MONTALTO
AZIENDA AGRICOLA CA' DI FRARA  -  AZIENDA AGRICOLA CASEO  -  AZIENDA AGRICOLA PERCIVALLE
AZIENDA AGRICOLA LE FRACCE  -  FATTORIA CABANON  -  AZIENDA AGRICOLA LA COSTAIOLA